Cosa succede all’assegno divorzile in caso di nuova famiglia?

Cosa succede all’assegno divorzile in caso di nuova famiglia?

Se la mia ex moglie intraprende una stabile convivenza, con la nascita di un figlio, sono sempre tenuto a corrisponderle l’assegno divorzile?

La Corte di Cassazione ha già avuto modo di chiarire che

“in tema di diritto alla corresponsione dell’assegno di divorzio, in caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il parametro della adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei coniugi, viene meno di fronte alla instaurazione, da parte di questi, di una famiglia, ancorchè di fatto, costituita da uno stabile modello di vita in comune, con la nascita di figli ed il trasferimento nel nuovo nucleo di una abitazione messa a disposizione dal convivente.
Da ciò consegue la cessazione del diritto all’assegno divorzile a carico dell’altro coniuge”.

In questi termini si è espressa recentemente la Suprema Corte di Cassazione, nell’Ordinanza del 22 febbraio 2017, n.4649.

Quindi, per rispondere alla Sua domanda, riteniamo che il Tribunale debba recepire il suddetto orientamento giurisprudenziale ed azzerare il Suo obbligo alla corresponsione dell’assegno divorzile in favore dell’ex coniuge, accogliendo un Suo eventuale ricorso.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email